Pillole di Design

Non solo viola: i 5 colori del 2018!

Una scala cromatica variegata e diversissima, quella che si prospetta il 2018 per ciò che concerne i colori d’arredo. Dalle tonalità più calde e corpose, che segnano definitivamente il ritorno al neutro, con il color Toast e il rosa crema, si passa al verde pastello, fresco e polveroso, e all’elegante e intenso blu notte. Quattro tonalità diverse, ma molto versatili, da sviluppare in tutti gli ambienti della casa a cui fanno eco due colori che potremmo definire super-pop: il Chili Oil, un rosso piccante come il peperoncino e l’Ultra Violet, colore dell’anno 2018 per Pantone.

Rosa crema

L’evoluzione del tortora passa dal millennial pink, una sfumatura di rosa che ritroviamo sempre più presente in casa. Proprio da questa tonalità di rosa il più classico dei neutri si lascia contaminare regalando un inedito ibrido, il rosa crema, che rimanda al calore del legno e della pelle. Perfetto alleato di grigi e marroni, può offrire luminosità e grande qualità estetica, soprattutto, se abbinato alla gamma dei legni più chiari.

Color Toast

Le gettonate tendenze hygge e lagom, aprono a una gamma cromatica morbida e vellutata. Il colore Toast, che prende il nome dal mondo beauty dove viene spesso utilizzato per individuare una tonalità a metà fra il color miele e il color caramello, è una gradazione di marrone delicata, che regala una sensazione di accoglienza. Il Toast è un colore che si candida a diventare un “nuovo neutro” perfetto per completare ambienti di varia natura, dal living alla zona notte.

Verde pastello

Carezzevole agli occhi, questa gradazione di verde, che si inserisce in un trend degli ultimi anni che vede il colore della natura assoluto protagonista in casa, è fra le tonalità più indicate per arricchire uno stile nuovo che sta prendendo sempre più piede ed è conosciuto come “caldo minimalismo”. Libero dalle vitaminiche sfumature del 2017, il verde pastello guarda al color sedano e al salvia,ed è la gradazione perfetta per sviluppare uno stile vintage-contemporaneo abitato da pezzi anni Cinquanta e da arredi in metallo rame e dorato.

Chili Oil (o rosso peperoncino)

Il nome di questo tonalità di rosso, Chili Oil, deriva dalla coppetta di salsa oleosa a base di peperoncini, il colore è un mix intenso di rosso scarlatto e arancione. Una sfumatura decisa, satura e dinamica da utilizzare per rinnovare uno stile etnico un po’ polveroso, per rivoluzionare l’essenzialità di spazi di passaggio (come scale, ingressi o disimpegni), ma anche la tavolozza ardita da cui partire per creare qualcosa di veramente nuovo.

Blu notte

Il blu notte è una gradazione di blu scura e vibrante, proposta in tantissime collezioni di tessuti d’arredo per il 2018, ma presente anche nella moda, dove le ultime collezioni Dior e Alberta Ferretti ne hanno fatto il “nuovo nero”. In casa il blu notte può essere la risposta che mancava alle tonalità di grigio più scure, ma anche la soluzione cromatica per chi è alla ricerca di qualcosa che dia forza e carattere a un ambiente.






FacebooktwitterredditlinkedintumblrmailFacebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *