Pillole di Design

Illuminazione per la casa e benessere

Luglio è uno dei mesi dell’anno con più luce. Il sole ci dà energia e buonumore. Sarebbe bello poter illuminare le stanze con tanta luce naturale e beneficiarne sempre. Ma poiché non è possibile, dobbiamo sfruttare la luce artificiale cercando di scegliere quella più adatta ad ogni ambiente della nostra casa.

 

Illuminazione giusta per la casa

L’illuminazione di ambienti ha due finalità: funzionale (luce adeguata alle attività che vi si svolgono) ed estetica (atmosfera e ambiente dinamico). Una regola generale è quella di avere 4 tipi d’illuminazione all’interno di ogni singolo ambiente:

  • Diffusa: per illuminare tutto lo spazio con lampade a sospensione e a soffitto
  • Da lavoro: per illuminare piani di lavoro con lampade da lettura e da scrivania
  • Puntuale: per illuminare punti specifici come quadri, sculture, oggetti con faretti
  • D’atmosfera: per creare un clima accogliente con lampade da terra, abat-jour, candele, fili di luce

 

Come scegliere l’illuminazione in casa

In ogni ambiente della casa è importante scegliere la luce giusta, in funzione delle attività che vi si svolgono o del clima che si vuole creare. Prima di scendere nel dettaglio dei vari ambienti, però, ecco alcuni piccoli suggerimenti di carattere generale:

Sì a:

  • specchi o oggetti metallici sul percorso dei raggi solari per riflettere la luce naturale e rendere luminosi gli ambienti
  • tende leggere per far passare la luce naturale
  • colori riflettenti alle pareti (bianco o colori pastello) e tappeti chiari per illuminare le stanze

No a:

  • Troppi punti luce in una sola stanza perché disorientano
  • Sbalzi di luce, luci forti o abbaglianti, luci differenti passando da un ambiente all’altro
  • Luce diretta su arredi con superfici troppo lisce e riflettenti. L’effetto non è piacevole

  

Illuminazione zona giorno

In soggiorno l’obiettivo è rilassarsi e intrattenere gli ospiti. Applica faretti o strisce led per rendere la stanza ampia e luminosa. Aggiungi lampade da terra e da tavolo per creare ambienti accoglienti

Nella zona pranzo l’obiettivo è illuminare il tavolo. Metti una lampada a sospensione che dia luce senza abbagliare. In cucina, invece, è importante illuminare i piani di lavoro. Usa strisce led sottopensili, in corrispondenza dei fuochi, lavandino, piano di lavoro, oppure dei faretti.

 

Illuminazione zona notte

In camera da letto l’obiettivo è creare un ambiente rilassante. Metti un lampadario centrale insieme a lampade sui comodini o una piantana. Se ci sono armadi dai luce con strisce Led. Nella camera dei bambini è, invece, importante illuminare in sicurezza. Evita lampade da terra che ostacolano il gioco. Inserisci faretti e lampade a sospensione con luce calda, o strisce Led (gioca sui colori e crea effetti divertenti).

Infine, in bagno l’obiettivo è avere luce per prepararsi e rilassarsi. Inserisci lampadine o strisce Led sopra specchio e una plafoniera a soffitto con luce calda per creare relax.

 

L’importanza dell’illuminazione naturale

Sappiamo che la luce naturale incide su diversi aspetti del nostro organismo:

  • serotonina (ormone dell’umore)
  • rendimento fisico e mentale
  • vitamina D (per le ossa)
  • melatonina (ormone del sonno)
  • controllo emotivo

Ma come sfruttare al meglio l’energia solare? Possiamo progettare le abitazioni favorendo l’ingresso della luce naturale, integrarla con la luce artificiale e adattarla alle esigenze umane.

 

Il concetto di Human Centric Lighting

Nel 2017 tre genetisti americani J.C.Hall, M.Rosbash e M.W.Young hanno vinto il Nobel per aver scoperto gli effetti della luce sul funzionamento dell’orologio biologico che regola i livelli ormonali, il sonno e il metabolismo. Se il nostro orologio è disallineato con l’ambiente esterno, il benessere psico-fisico ne risente. Il concetto di Human Centric Lighting si applica ad una tipologia d’illuminazione che cerca di riprodurre la variazione della luce naturale durante la giornata, per favorire il ciclo circadiano. Luce fredda la mattina, quindi, e fino al primo pomeriggio per favorire la concentrazione; luce calda e rilassante quando si avvicina la sera per favorire il riposo.

  

Esercizio

Per disporre correttamente i punti luce nei diversi ambienti della tua casa, devi partire dalla sistemazione degli arredi. Disegna, quindi, la planimetria della tua abitazione posizionando ogni singolo arredo e poi individua funzioni e punti luce. Attenzione: non lasciare delle zone buie

 

Vuoi dare luce alla tua casa? contattami e sarò felice di farlo per te!






FacebooktwitterredditlinkedintumblrmailFacebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *