Pillole di Design

Il colore BLU

Il blu è uno dei tre colori primari, insieme al giallo e al rosso. Sono considerati colori “assoluti” perché non si possono ottenere da nessuna mescolanza e “primari” perché sono i mattoni di tutti gli altri colori, poiché vengono generati dalla loro combinazione. Intenso, profondo, distensivo, metafisico, spirituale e trascendente; il blu è il colore associato alla meditazione, allo spazio interiore, al pensiero, al riposo, all’armonia. Dal punto di vista psicologico, rappresenta la quiete, l’appagamento, l’armonia interiore.

Il Blu nella cromoterapia

Il blu è un colore calmante; rallenta infatti le funzioni vegetative (ritmo cardiaco, respiratorio e pressione sanguigna). Provate ad entrare in una stanza blu: i vostri battiti cardiaci diminuiranno e la vostra sensibilità  al freddo aumenterà. Essendo un colore freddo e astringente, il blu induce ad una forte concentrazione mentale, distende il sistema nervoso, allevia l’ansia, ha un effetto calmante ed è utile per curare casi di iperemotività , psoriasi, orticaria ed eczemi. E’ inoltre considerato un grande purificatore del sangue ed ha una spiccata azione sulla mente; nello specifico il suo utilizzo curativo è efficace con: affezioni cutanee, prurito; stati febbrili; coliche, insonnia, stress, cefalea, mal di denti, palpitazioni, disturbi alla gola, mestruali, renali, viscerali, infiammazioni oculari.

Come utilizzare il blu in casa

Il blu è un colore dalla forte personalità ed espressività: essendo un colore freddo, è consigliato per le pareti delle stanze da letto, dove crea un’atmosfera serena, e per il bagno. Nelle altre stanze, invece, consigliamo di evitare il total look e puntare piuttosto sui dettagli per creare un’atmosfera elegante. Lo stile classico marinaro abbina il blu e il bianco, con un risultato di freschezza, tranquillità e leggerezza.

La sua capacità di trasmettere serenità, purezza e spazialità lo rende particolarmente adatto per le zone relax e per le camere da letto. Ritroviamo il blu anche sulle pareti dei nostri bagni.

Per la zona living, possiamo utilizzare diverse sfumature di blu per creare ambientazioni differenti, più fresche e leggere, o più intense e drammatiche, in ogni caso in grado di rilassare e predisporre alla conversazione.

Anche se il blu è particolarmente adatto nelle zone relax, possiamo ritrovarlo anche in cucina, un luogo sempre più social dove ci dedichiamo con tranquillità “ai fornelli” o alla condivisione (se abbiamo un ambiente open). Possiamo mantenere una base di colore neutro e introdurre il blu con dettagli nell’arredo, con accessori o decorazioni.

Il blu è molto utilizzato nelle camerette dei bambini; per le nursery consigliamo delle tonalità chiare di blu. Si può scegliere la soluzione tono su tono, quindi, parete in tonalità di blu molto chiare, come l’indaco, e l’arredamento di qualche tono più scuro. In alternativa si può abbinare all’indaco o alla carta da zucchero il colore bianco.

La palette delle nuances di Blu

Esistono tantissime sfumature di blu. In generale l’azzurro e il turchese stanno bene con il giallo, il color terra e le diverse sfumature dell’arancione e del marrone scuro. Il blu marine sarà valorizzato dalle tinte mattone, arancione e rosa. Ricorda che delle tende blu scuro metteranno in risalto una parete di un azzurro molto chiaro e viceversa. Se vuoi creare un ambiente calmo ma allegro non esitare a giocare con le diverse tinte di blu (azzurro cielo, blu marine, turchese, malva) oppure ad affiancare il blu ad altri colori come il rosa, il grigio o la tinta panna.






FacebooktwitterredditlinkedintumblrmailFacebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *