Pillole di Design

Come organizzare la vostra prima casa?

Se siete una giovane coppia o un single e vi state cimentando con l’organizzazione della vostra prima casa, ecco qualche utile consiglio per voi! Spesso avere una prima casa significa dover accettare il compromesso tra dimensioni e costo. Generalmente infatti, la prima abitazione non corrisponde in pieno al nostro sogno di casa. Tuttavia, non pensate che l’aspetto funzionale prenderà necessariamente il sopravvento su quello estetico. Si tratta semplicemente di sfruttare al meglio le vostre capacità organizzative e creative per dar forma ad un ambiente che vi rappresenti e che si avvicini il più possibile ai vostri desideri.

Definire gli spazi

Il primo aspetto da considerare è la definizione dello spazio, sia nel caso di dimensioni dell’appartamento ridotte che non. È importante analizzare il vostro modo di vivere sia nel breve che nel lungo periodo. Pensare quindi a come vivo la casa oggi e come potrei viverla fra qualche mese o anno. Questa riflessione vi permette di capire meglio quali sono le esigenze attuali ma anche quelle che possono esserci in un futuro prossimo.

Un aspetto da tenere presente è relativo al tempo che trascorrete in casa: se, per esempio, svolgete un lavoro che vi porta a stare molto fuori o a viaggiare, tenderete a vivere la casa la sera o nel weekend. Potrebbe quindi essere interessante creare uno spazio aperto, informale, che favorisca momenti di relax ma anche di socializzazione. Se invece svolgete il vostro lavoro in casa, è importante prevedere uno spazio dedicato, dove ci sia anche separazione tra i momenti di lavoro e quelli di vita domestica

Una volta individuate le esigenze è bene capire come delimitare le diverse zone. Se avete un mono o bilocale è consigliabile evitare una parete divisoria tradizionale per cercare invece di alleggerire lo spazio attraverso l’utilizzo di elementi alternativi che danno libertà, flessibilità e senso di ampiezza. Potete pensare a sistemi di separazione flessibili come contenitori, mobili a metà altezza che nascondono la vista, o pannelli scorrevoli.

 

 

Cucine e bagni

Altro punto di attenzione sono le cucine e i bagni. Se lo spazio è poco, optate per arredi su misura in grado di sfruttare al meglio ogni singolo angolo. Prediligete la semplicità con piani lineari contenenti elettrodomestici ad incasso e contenitori pensili, una soluzione efficace e poco invasiva. Se il budget a disposizione è poco, vi potete orientare anche verso simpatiche soluzioni a blocco autoportante attrezzato con fuochi, lavello, forno e frigo.

Anche per il bagno, se il problema è lo spazio, potete intervenire inserendo una porta scorrevole, così da non occupare spazi poi inutilizzati, inserite la doccia in alternativa alla vasca, installate sanitari e lavabo di dimensioni ridotte, a parete.

 

 

Rivestimenti

E passiamo agli elementi decorativi. Sicuramente la pittura può dare subito un aspetto diverso e caratteristico agli ambienti. E nel fare questo non pensate solo alla pittura delle pareti ma anche su altre superfici come pavimenti in legno, arredi fissi e piastrelle. Si tratterà semplicemente di scegliere il prodotto adatto al supporto e dedicare attenzione alla fase di preparazione e di sottofondo. Sicuramente il colore bianco o riflettente è adeguato se lo spazio è ridotto o poco illuminato. Se non avete di questi problemi potete invece osare con il colore per creare interessanti punti focali.

 

Pavimenti

Un altro elemento importante di una abitazione è il pavimento. Uniformarlo crea continuità tra i diversi ambienti e dà maggiore ampiezza in spazi ridotti. Per un ambiente moderno e giovane, potete fare una scelta economica e gradevole utilizzando lastre di legno compensato. Mentre se preferite il calore e la morbidezza della moquette o dei tappeti, è consigliabile cercare stuoie di fibra naturale.

Ma niente paura, se non avete la possibilità di cambiare la pavimentazione, potete ricorrere a grandi tappeti per mascherare, in modo allegro e creativo, pavimenti che non vi piacciono o che non sono in buone condizioni.

 

 

Illuminazione

Un’altra possibilità che avete per intervenire sull’ambiente e creare un’atmosfera che vi soddisfi è data dalla disposizione dell’illuminazione. Un’abitazione ha bisogno di luce. Non potendo modificare l’orientamento della casa, potete incrementare l’ingresso di luce schermando al minimo le finestre. Dopodiché intervenite sulla luce artificiale prevedendo diversi punti luce con direzione diversificata. Una sola luce centrale sospesa infatti, non crea un’atmosfera dinamica, mentre vari punte luce a quote diverse rendono lo spazio più ampio ed interessante.

 

Arredi flessibili

Per quanto riguarda gli arredi se volete gestire al meglio sia lo spazio che il budget, orientatevi verso elementi semplici in grado di assolvere a più di una funzione (ad esempio tavoli consolle allungabili, tavoli a muro pieghevoli, sedie impilabili, librerie/divisori/contenitori). Anche gli elementi modulari (divani componibili e contenitori aggregabili) sono un’ottima idea poiché possono essere incrementati nel tempo.

Se fino ad ora avete pensato al budget, non lesinate nel caso del divano, divano-letto, materasso poiché questi elementi sono direttamente collegati al riposo, comfort e benessere. Per dare poi carattere e calore alla casa, non sottovalutate il valore di mobili ereditati o di gusto retrò che hanno la capacità di caratterizzare molto l’ambiente. Elementi con una propria storia conferiscono infatti il senso della tradizione e danno un’aria vissuta e caratteristica ad una casa.

 

 

Spazi esterni

Se avete uno spazio esterno siete decisamente fortunati. È sempre piacevole creare un angolo relax tuttavia, anche in questo caso, dovete riflettere sul vostro tipo di vita e sul vostro “pollice verde”. Se avete una vita dinamica e non avete troppo tempo da dedicare alla casa, è indispensabile fare scelte progettuali a bassa manutenzione. Per un giardino è meglio preferire pietra, ciottoli o ghiaia piuttosto che una superficie di erba. Scegliete poi piante robuste, per esempio le piante spontanee, le piante grasse e il bambù.

Per creare angoli naturali intimi e rilassanti, anche su un piccolo balcone, potete trovare soluzioni creative. Per esempio utilizzate dei pannelli a graticcio sia per creare privacy che per intervenire su superfici brutte. Inserite un rampicante e fioriere contenenti la stessa pianta nel medesimo colore in modo tale che l’impatto visivo sia maggiore e più facili da mantenere rispetto a numerosi vasi con piante diverse. In ultimo, per profumare la vostra piccola oasi di verde, inserite piante di lavanda ed erbe aromatiche… Il relax è assicurato!

 


Condividi questa pagina su
FacebooklinkedinFacebooklinkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *