Pillole di Design

Agosto … mese di vacanza ma non solo!

Bentrovati e soprattutto buone vacanze. Mi sono presa qualche giorno per pensare a quale contenuto proporvi per agosto, e ho preso spunto dalla peculiarità di questo mese vacanziero per continuare a supportarvi nella creazione della vostra “casa-nido”. Lo farò quindi in modo diverso, non vi darò consigli su come arredare la casa, quali colori scegliere o come organizzare lo spazio bensì, dopo qualche pillola di teoria, vi suggerirò un simpatico esercizio per ripensare la casa in modo creativo. Ma partiamo dall’inizio… agosto per noi italiani è da sempre considerato il momento delle vacanze, del relax, del “dolce far niente!”. Non ha importanza dove trascorriamo questo tempo, in città, in campagna, al mare, in montagna. L’obiettivo è solo uno… staccare la spina. Ma è solo questo o avviene anche qualcosa di diverso? Nel momento in cui riusciamo ad allontanare i pensieri da impegni, lavoro, responsabilità, … insomma dal tran tran quotidiano cosa succede nella nostra mente?

 

Foto da Pexels

Relax e cervello

Il nostro cervello è programmato per proteggerci dalle minacce ma, con la vita frenetica che spesso facciamo, rischia di essere sempre in uno stato di all’erta. Ecco perché sentiamo l’esigenza di rilassarci: distenderci e riposare a livello fisico e psicologico. Ci stacchiamo dal cellulare, cerchiamo il contatto con la natura, ci dedichiamo alla lettura, ascoltiamo musica, ci concentriamo sui nostri hobby. Insomma, ci prendiamo cura del nostro cervello che in questo modo si fortifica, rimane efficiente e migliora le capacità cognitive. Ma attenzione perché a questo punto comincia la magia…

 

Relax, cervello e creatività

Albert Einstein diceva “La creatività è l’intelligenza che si diverte”. Quando riusciamo a staccare la spina e stiamo in una condizione di tranquillità, benessere e piacevolezza, accade il miracolo… la nostra creatività si libera. La mente esce dalla gabbia di conoscenze, esperienze, stati d’animo, impegni, condizionamenti… e spazia, esplora, immagina, crea. È il momento in cui inconsapevolmente osserviamo le cose che ci circondano con occhi diversi. I nostri sensi sono pronti a cogliere tutto ciò che è nuovo: odori, suoni, colori, immagini, sensazioni. È come se la nostra mente vagasse tra le nuvole entrando in una dimensione visionaria.

Creatività e progetti

Pensare creativamente significa “sognare ad occhi aperti” ma attenzione, per non rischiare di rimanere solo nella pura fantasia, è importante individuare un obiettivo. Darsi un punto di arrivo e immaginare tutte le possibili strade per raggiungerlo, senza porsi limiti e senza dare giudizi affrettati.  Il suggerimento per questo mese è sfruttare lo stato di flusso creativo in cui vi trovate: sognate la vostra casa-nido ma nello stesso tempo datevi un obiettivo. In questo modo arriverete a settembre con le idee chiare e pronti per passare alla fase realizzativa. Ecco dunque l’esercizio che vi ho preannunciato. Si basa sulla tecnica del Brainstorming (“tempesta d’idee”), finalizzata a produrre soluzioni basate sulla creatività spontanea e senza filtri.  

Esercizio

Trova un momento tutto per te, fai qualche respiro per rilassarti e liberare la mente:

  1. pensa alla tua casa, a come vorresti che fosse e a quali caratteristiche dovrebbe avere per farti stare bene
  2. individua cosa non corrisponde più alle tue esigenze e vorresti cambiare
  3. guardati intorno e lascia la mente libera, scrivi su un foglio tutte le soluzioni che ti vengono in mente. Non ti porre limiti, non giudicare le idee, non usare frasi killer (es. non si può fare, costa troppo, ci vuole troppo tempo, è difficile, …) ma scrivi le idee così come nascono. Lavora sulla quantità, agganciati ad una idea per produrne altre. Fermati solo quando pensi di aver esaurito le tue energie mentali
  4. ora leggi la lista delle idee prodotte in modo spontaneo e prova a suddividerle all’interno di 3 elenchi. Nel primo scrivi tutte le cose che puoi fare immediatamente senza troppa fatica, nel secondo elenco scrivi le cose che richiedono più tempo e quindi da programmare, nel terzo elenco scrivi le cose che devono essere ulteriormente elaborate per renderle concrete
  5. a questo punto ti ritroverai un concreto piano di azione per cominciare a lavorare sulla tua casa al rientro dalle vacanze


 

Come sempre, se vuoi essere supportata in questo lavoro, puoi contattarmi. Ti aspetto






FacebooktwitterredditlinkedintumblrmailFacebooktwitterredditlinkedintumblrmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *